Ayurveda: è la medicina tradizionale del sub continente indiano oggi conosciuta in Occidente tra le medicine non convenzionali. Di origine antichissima, non può essere considerata una medicina popolare, immobile e obsoleta. L'ayurveda è infatti uno dei più antichi sistemi medico-scientifici esistenti con una vasta esperienza clinica registrata e con una storia di scuole e ospedale ayurvedici che risale a più di tremila anni fa che continua a tutt'oggi, non solo in India ma anche nei paesi che l'hanno adottata, tra cui Stati Uniti, Germania e Inghilterra. Il termine ayurveda viene dal sanscrito "ayur" con il significato di vita e longevità e "veda2 che significa conoscenza, sapere. L'ayurveda è quindi la scienza che promuove la longevità attraverso insegnamenti e consigli che mirano a proteggere e a mantenere la salute. Non solo quindi trattamento delle malattie ma anche prescrizione di norme di comportamento, abitudini alimentari, esercizio fisico, tecniche di rilassamento, preparazioni erboristiche, procedure di purificazione atte a promuovere la salute e il benessere fisico, spirituale in un'unione di corpo, mente e anima. Secondo la concezione vedica l'uomo ' la più bella rappresentazione dell'universo in miniatura: tutto ciò che è nell'universo è anche nel corpo umano. in perfetta corrispondenza. I fattori causativi dell'universo sono tre forze: l'energia di movimento, di creazione e distruzione, l'energia di trasformazione,e l'energia di coesione o mantenimento. Anche nel corpo umano tutte le attività sono regolate da queste tre forze che sono chiamate in sanscrito Vata, Pitta e Kapha. In accordo a questa filosofia, accanto a uno studio di tipo anatomico, fisiologico e fisiopatologico, cioè come l'uomo si ammala e come si riconoscono gli stadi della malattia, esiste uno studio di tipo costituzionale atto a valutare quale sia il rapporto in ogni individuo tra le  tre forze o componenti energetiche.

Il clistere o enteroclisma: poichè tutte le malattie sono caratterizzate da un processo febbrile dello stomacoe degli intestini, si dirige la cura a rinfrescare l'interno del ventre, quindi l'enteroclisma costituisce il mezzo adeguato per ottenere tale scopo. Il clistere ha due funzioni ben specifiche:
funzione evacuativae funzione curativa. La prima è indicata nei casi di stitichezza (ribelle o no), perchè un corpo non deve passare un giorno senza defecare. La seconda si riferisce ai casi di febbre anche ribelle, specie in quest'ultimo caso, l'enteroclisma si può ripetere due o più volte nelle 24 ore. L'effetto del clistere è decongestionante, rinfrescante, purificante.
Per il clistere si impegna solo acqua naturalee il suo calore deve essere quello ambientale (non deve essere bollita). La quantità di acqua si aggira da una tazza, per il lattante, e progressivamente va aumentando secondo l'età, arrivando ad un litro e mezzo per adulto. Per rendere più stimolante l'azione di questa applicazione, si aggiunge un cucchiaino di olio di glicerinao di lomone. Il clistere si applica con il corpocoricato sul fianco per attuare più o meno in profondità. Il digiuno o la dieta a base di frutta e di insalata cruda, sarà il completamento di questa applicazione. fino al ristabilimento, cioè fino alla riabilitazione della funzione peristaltica dell'intestino.

yoga

 

yoga

 

 

 

 

 

 

 

Programma:

Contattateci:

Email: joytir@libero.it
Tel.: 0376 88455 - 3393302848

 

Home | Reiki |Mindwatching | Massaggio Ayurveda | Ayurveda | Bagno di vapore | Cromoterapia


©2007 Yoga Ayurveda Amrita